Dal 5 luglio la segreteria è nella nuova sede di Via dei Fornaciai 25/A - 40129 BOLOGNA (mappa)
Chiusura segreteria per festività dal 24 dicembre al 9 gennaio compresi


Rifugi CAI Bologna
Rifugio Scaffaiolo
Rifugio dello Scaffaiolo
Rifugio Pisciadu
Rifugio Pisciadu


attenda

L’APPENNINO TI ATTENDA

(Parco dei Cento Laghi 26/27 novembre 2022)

Si ritorna a girovagare tenda in spalla, casomai con aggiunta di sostanziosi, e alcolici, generi di conforto.

Questa volta andiamo relativamente vicino a casa, però in un settore del nostro Appennino relativamente poco frequentato. Saremo tra Reggiano e Parmense, tra il lago artificiale del Lagastrello e il Lago Santo Parmense. L’itinerario consente , utilizzando tratte del Sentiero Italia, di scoprire una parte poco frequentata dell’Appennino, dove le glaciazioni hanno dato vita a una successione di circhi, depositi morenici e laghi. Scarsamente antropizzato, con pochi punti di accesso diretto questo tratto rimane riservato agli escursionisti che non hanno timore ad affrontare tratti lunghi e solitari per immergersi in una ambiente ricco e incontaminato.

E poi, per completare, uno spiazzo e una fonte per piantare le tende e ammirare tramonto e alba in resa diretta, ovviamente dopo aver sperimentato “haute cuisine” da bivacco.

Il percorso proposto prende il via dal Passo del Lagastrello, si snoda sul crinale che da Monte Malpasso porta a Cima Pitturina e poi al Passo del Giovarello per giungere al Monte Sillara, massima elevazione del percorso. Da lì, per il passo di Badignana, si giunge ai prati in prossimità della Fontana del Vescovo, sotto Monte Scala, dove piazziamo le tende.

Il mattino dopo si risale al Passo di Fugicchia, e da lì, non più sul crinale ci porteremo verso Rocca Pianaccia e poi al lago Verde. Da lì, risalendo alla Capanna Cagnin, ritornereno al Lagastrello, non prima di aver costeggiato altri laghi.

Dell’iniziativa ci siamo fatti promotori noi, Mauro Pini e Maurizio Giulimondi. La serata di presentazione è mercoledì 9 novembre alle 21presso la nuova sede CAI in Via Fornaciai 25a.

Per ogni comunicazione la email è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La partecipazione è riservata ai Soci CAI in regola con l’iscrizione e ad ogni spesa viva provvedono direttamente i partecipanti, (promotori compresi).